L’ambasciatore Italiano in Romania, Diego Brasioli, è stato a Ploiesti

0
626

Il fatto che a Prahova l’Italia occupi i primi posti tra le società a capitale straniero, ha spinto le direzioni della Camera di Commercio e Industria Prahova e della Confindustria Romania a organizzare a Ploiesti una conferenza, cui ha partecipato anche l’ambasciatore Italiano in Romania, Diego Brasioli.

La Camera di Commercio e Industria Prahova e l’associazione più importante che difende gli interessi dell’ambiente imprenditoriale italiano in Romania – Confindustria – hanno organizzato a Proliesti, il 15 settembre 2016, la conferenza col tema “Strategie di sviluppo e collaborazione nell’ambito dell’industria petrolifera e del gas”. L’iniziativa di tale collaborazione non è casuale, dato che la maggior parte delle imprese con capitale straniero con sede a Prahova, – oltre 500 – hanno capitale italiano o italiano-romeno. All’evento hanno partecipato, oltre ai rappresentanti delle autorità pubbliche locali e regionali, l’ambasciatore della Repubblica Italiana in Romania, Diego Brasioli, Giulio Bertola, vicepresidente Confindustria Romania, Rocco Ferri, direttore generale Confindustria Romania, Alfredo Tisocco – presidente della Filiale Prahova della Confindustria Romania, personalità d’ambito istituzionale e imprenditoriale italiano della Romania, ma anche specialisti di compagnie e istituzioni del settore petrolifero, del gas e dell’energia. “Quest’incontro è stato molto importante, dato il tema della conferenza – specifica per la vocazione e la tradizione della contea di Prahova – industria petrolifera e del gas. È un evento che ho organizzato con un partner a noi molto caro, vale a dire la più forte e rappresentativa associazione degli imprenditori italiani, la Confindustria Romania, che ha una rappresentanza anche a Prahova – ospitata a Ploiesti, presso la sede della Camera di Commercio e Industria Prahova – dal mese di maggio 2015. Il motivo principale per cui abbiamo deciso di organizzare quest’incontro, è rappresentato dall’attuale situazione dell’industria petrolifera, colpita dalla diminuzione del prezzo del petrolio. Anche se il tema della conferenza è “Strategie di sviluppo e collaborazione nell’ambito dell’industria petrolifera e del gas”, certamente non ci aspettiamo di trovare subito soluzioni. Lo scopo di quest’evento infatti è facilitare la conoscenza tra i rappresentanti del settore petrolifero e del gas, offrire loro l’occasione di condividere le proprie esperienze. Inoltre, questa conferenza è un’altra opportunità di realizzare nuovi partenariati affinché, insieme, si cerchi di superare questi momenti affatto piacevoli”, ha dichiarato Aurelian Gogulescu, presidente della Camera di Commercio e Industria Prahova. A sua volta, l’ambasciatore d’Italia in Romania, Diego Brasioli, ha dichiarato: “Quest’incontro è stato estremamente importante, perché organizzato in una contea sviluppata della Romania – Prahova – e che rappresenta allo stesso tempo un partner molto importante per l’Italia. Per quanto riguarda la collaborazione tra l’Italia e la Romania, posso dire concretamente che l’Italia è al primo posto in Romania, per numero di imprese registrate, oltre 20.000, cui se ne aggiungono quest’anno circa altre 2000. In questo contesto, anche gli scambi commerciali tra la Romania e l’Italia hanno raggiunto un livello record, di 14 miliardi di euro. Per quanto riguarda il motivo della mia presenza a Ploiesti, vorrei sottolineare la grande importanza del settore industriale e dell’industria petrolifera e del gas. Ci sono molte imprese con capitale italiano che funzionano e svolgono la loro attività in quest’ambito, ma anche altre imprese che vogliono investire e venire qui, perché la Romania diventi un paese strategico in questo settore. Vorrei ricordare, in questo senso, un progetto strategico che riguarda il tratto di condotte tra Romania, Bulgaria, Ungheria e Austria, e sono convinto che anche le imprese italiane siano interessate a implicarsi in questo progetto”. Allo stesso tempo, l’ambasciatore italiano ha voluto sottolineare come, prendendo in calcolo gli ultimi quattro anni in cui ha rappresentato gli interessi dell’Italia in Romania, la Camera di Commercio e Industria Prahova è senza ombra di dubbio la più attiva del paese. “Voglio far notare anche il fatto che, a Prahova, l’Italia ha il più grande numero di società, e questa anche grazie all’attività della Camera di Commercio e Industria Prahova”. Non ultimo, Diego Brasioli ha menzionato che una delle aspettative degli investitori italiani in Romania, è una legislazione stabile. I rappresentanti della Confindustria Romania hanno voluto sottolineare il ruolo che quest’associazione svolge per gli imprenditori italiani in Romania, salutando la collaborazione con la direzione della Camera di Commercio e Industria Prahova, il cui risultato è la presenza di oltre 500 imprenditori italiani attivi a Prahova, ma anche il fatto che, dall’anno scorso, c’è una filiale Confindustria a Ploiesti.

NO COMMENTS