L’ex ministro degli Affari Interni, Petre Toba: via all’indagine penale

0
425
Candidatul pentru functia de ministru al Afacerilor Interne, Petre Toba, sustine o declaratie de presa dupa ce a fost audiat de Comisia pentru aparare, ordine publica si siguranta nationala la Palatul Parlamentului, luni, 16 noiembrie 2015. ANDREEA ALEXANDRU / MEDIAFAX FOTO

Il presidente ha accolto la richiesta di indagine penale a suo carico

L‘ex ministro degli interni Petre Toba può essere indagato penalmente, dopo che Klaus Iohannis ha dato giovedì il suo accordo.

“Il presidente della Romania, il signor Klaus Iohannis, ha trasmesso giovedì 8 settembre a.c., al Ministro della Giustizia la richiesta di indagine penale per il signor Petre Toba, Ministo degli Affari Interni nel periodo novembre 2015 – settembre 2016, per reati che costituiscono l’oggetto del Caso penale n. 280/P/2016 della Procura presso l’Alta Corte di Cassazione e Giustizia – Direzione Nazionale Anticorruzione – Sezione lotta contro la corruzione, procedendo secondo la legge, considerando la richiesta del Procuratore Generale della Procura presso l’Alta Corte di Cassazione e Giustizia, in base alle disposizioni dell’art. 109 comma (2) della Costituzione della Romania, ripubblicata, della Legge n. 115/1999 relativa alla responsabilità ministeriale, ripubblicata, con modifiche e completamenti successivi e della Decisione della Corte Costituzionale n. 270/2008”, secondo un comunicato stampa rilasciato dall’Amministrazione Presidenziale.

Inoltre la Procura dell’Alta Corte di Cassazione e Giustizia è stata annunciata di questa richiesta, secondo la fonte citata.

Gli inquirenti anticorruzione hanno chiesto una settimana fa al presidente della Romania di approvare l’avvio dell’indagine penale per l’ex ministro degli Affari Interni Petre Toba.

La DNA sostiene che in data 01 aprile, in qualità di ministro degli Affari Interni, Petre Toba avrebbe rifiutato di rendere parzialmente pubbliche alcuni documenti richiesti dagli inquirenti nel caso in cui Gabriel Oprea è stato inviato a giudizio per abuso d’ufficio, in relazione alle spese fatte dai fondi del Dipartimento d’Informazioni e Protezione Interna; la richiesta dei procuratori guardava alcuni paragrafi degli ordini emessi a livello ministeriale.

 

Liviu Dragnea, scontento dell’allontanamento di Petre Toba dal Governo

Il presidente del Partito Sociale Democratico (PSD) suggerisce che Petre Toba sarebbe stato costretto a dimettersi per essere sostituito da ministro politicamente vicino al Partito Nazionale Liberale (PNL). Liviu Dragnea  afferma che l’ex ministro degli Interni è un vero tecnocrate. “Petre Toba può essere considerato un professionista, un tecnocrate. Ed ha dovuto lasciare il Governo. Certo che non va bene”, ha dichiarato il leader PSD in una trasmissione televisiva.

Martedì Liviu Dragnea aveva affermato che il premier Dacian Ciolos lo avrebbe chiamato prima di annunciare pubblicamente la nomina di Dragos Tudorache per il portafoglio degli Interni. In quest’occasione, il presidente PSD avrebbe fatto riferimento col capo del governo ai sospetti che il nuovo ministro abbia simpatie politiche.

“Io gli ho detto che ci sono sospetti, non necessariamente da mia parte, ma le voci di corridoio dicono che ha simpatie liberali. Ma ho detto che la cosa più importante è che quel ministro mostri di essere politicamente indipendente, perché tutti riguardano al Ministero degli Affari Interni (MAI) come al ministero che in questo periodo, insieme all’Autorità Elettorale Permanente (AEP) organizza le elezioni”, ha dichiarato Liviu Dragnea.

NO COMMENTS