Il Parlamento si è riunito nell’ultima sessione della legislatura 2012-2016

0
308

La Camera dei Deputati e il Senato hanno inaugurato il 1 settembre l’ultima sessione dell’attuale Parlamento nella legislatura 2012-2016 che sarà più breve, di solo due mesi e mezzo, fino al’inizio della campagna elettorale per le prossime elezioni legislative. In questo lasso di tempo, gli eletti avranno all’ordine del giorno una serie di progetti restanti, tra cui l’Ordinanza d’Urgenza relativa al plagio, ma anche molti progetti populisti con impatto budgetario, come le nuove pensioni speciali.

Dopo gli ultimi movimenti sulla scena politica di quest’estate e la migrazione di alcuni parlamentari da un partito all’altro, la nuova sessione ritrova il foro legislativo con una configurazione politica diversa.

Così, l’Unione nazionale per il Progresso della Romania (UNPR) è sparito come partito politico e implicitamente come gruppo parlamentare da entrambe le camere, dopo la fusione tramite assorbimento con il Partito Movimento Popolare (PMP)  di Traian Basescu. La nuova formazione creerà il proprio gruppo parlamentare nella Camera dei Deputati, e la posta in gioco della creazione del gruppo è costituita dalla presenza di osservatori nei seggi elettorali per le elezioni di quest’autunno.

 

Il Partito Romania Unita resta senza gruppo parlamentare dopo il primo giorno di sessione

 

Il tentativo del deputato Bogdan Diaconu, leader del Partito Romania Unita (PRU), di formare un nuovo gruppo parlamentare alla Camera dei Deputati è fallito, dopo che i principali partiti hanno fermato le discussioni su questo punto, qualificato “vile marchingegno”, al di fuori del regolamento.

Secondo il Regolamento della Camera dei Deputati, i gruppi parlamentari “si possono costituire con almeno 10 deputati che abbiano candidato alle elezioni sulle liste dello stesso partito politico, della stessa formazione politica, delle alleanze politiche o elettorali”. Inoltre, “la creazione di gruppi parlamentari di partiti che non abbiano ottenuto mandati in seguito alle elezioni è vietata”.

Fino a questo momento, PRU annovera 15 parlamentari, di cui 12 deputati e 3 senatori. Per formare un gruppo parlamentare nella Camera dei Deputati occorrono almeno 10 membri che siano stati eletti dalle liste dello stesso partito o alleanze. La maggior numero di deputati PRU sono stati eletti sulle liste PSD, più esattamente, 8 di loro.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY