Repubblicani e democratici rappresentanti della Camera USA, a Bucarest

0
434

Una delegazione del Congresso degli Stati Uniti dell’America, formato da 11 membri della Camera USA, di entrambi partiti, repubblicano e democratico, condotta dal Presidente del Comitato per il controllo e la riforma del governo, Jason Chaffetz, è arrivata a Bucarest.

La delegazione dagli USA ha avuto un incontro con il presidente Klaus Iohannis e con il premier Dacian Ciolos. Sull’agenda delle discussioni, la riforma dell’amministrazione pubblica della Romania e aspetti economici, soprattutto gli investimenti. Inoltre, durante gli incontri sono stati discussi anche aspetti del Partenariato strategico tra la Romania e gli USA, del sistema di difesa antimissile di Deveselu e altri temi di interesse comune.

La visita in Romania della delegazione composta dagli 11 rappresentanti del Congresso fa parte di un tour internazionale.

Secondo alcune immagini dell’incontro pubblicate sul site del Governo, la delegazione del Congresso USA è stata accompagnata al palazzo Victoria da Dean Thompson, l’incaricato con affari degli USA in Romania ad-interim.

Durante l’incontro a Palazzo Victoria con la la delegazione del Congresso USA, il premier Dacian Ciolos ha sottolineato come la Romania sia un fattore di stabilità in una zona “piuttosto turbolenta” e segnata da incertezze, e grazie alla posizione strategica può essere considerata un pilone di stabilità, sicurezza e difesa degli interessi comuni nella regione, secondo un comunicato del Governo. In base alla fonte citata, il tema principale di discussione è stato la valutazione del Partenariato Strategico con gli Stati Uniti e i suoi risultati, contesto in cui il premier Dacian Ciolos ha riaffermato l’interesse della Romania per il consolidamento della cooperazione al suo interno.

Quest’ultimo ha sottolineato come il Partenariato abbia offerto già risultati relativi a sicurezza e difesa, tramite l’inaugurazione e la messa in funzione dello scudo antimissile di Deveselu.

Ancora, secondo il Governo, durante l’incontro sono stati discussi anche aspetti relativi al consolidamento della cooperazione economica con gli Stati Uniti, soprattutto relativi agli investimenti nei settori energetico, farmaceutico, dell’infrastruttura, dell’industria automobilistica e della difesa.

Il primo ministro Ciolos ha parlato durante l’incontro anche dell’importanza di includere la Romania nel programma dei visti.

La delegazione americana è stata ricevuta anche a Palazzo Cotroceni. In quest’occasione, il presidente Iohannis ha evidenziato che la Romania è uno degli alleati più fermi e di fiducia degli USA nella regione, secondo un comunicato dell’Amministrazione Presidenziale.

Inoltre, il capo dello stato ha sottolineato l’interesse del nostro paese per l’approfondimento del Partenariato Strategico con gli Stati Uniti, come pilone essenziale della politica estera.

Il capo dello stato si è riferito anche all’importanza dell’implicazione attiva degli USA nelle misure NATO di adattamento e assicurazione per gli Alleati orientali, compresa la Romania, nell’implementazione delle decisioni adottate al Summit di Varsavia relative alla difesa collettiva.

NO COMMENTS