Imprenditori italiani interessati a investire negli ospedali della Romania

0
989

Presso la sede della Camera di Commercio e Industria della Romania di Bucarest è stato organizzato il forum economico “Servizi di qualità per gli ospedali della Romania”.

All’evento organizzato dalla Camera di Commercio della Romania in Italia ha partecipato un numero record di imprenditori italiani, interessati a investire negli ospedali della Romania.

In quest’occasione i rappresentanti di importanti imprese che servono il sistema di sanità pubblica in Italia hanno presentato soluzioni e servizi che hanno trasformato e rivoluzionato il sistema italiano negli ultimi decenni, rendendolo uno dei più avanzati in Europa. Si tratta principalmente di servizi di manutenzione dello strumentario, degli equipaggiamenti e delle condizioni d’igiene sanitaria, della gestione e del management delle unità sanitarie in Romania.

La Romania ha bisogno d’investimenti urgenti e sostenibili nell’infrastruttura ospedaliera, da apparecchiature performanti fino a edifici e spazi adeguati, ha dichiarato Diana Paun, consigliere di stato del Dipartimento di Sanità Pubblica all’interno dell’Amministrazione Presidenziale.

“I servizi medici di qualità rappresentano una preoccupazione continua a livello europeo e internazionale, e la cooperazione e gli esempi di buona pratica sono fondamentali in questo processo. L’Italia si colloca nella top quanto ad apparecchiature mediche performanti. Farei riferimento, a titolo d’esempio, alle statistiche Eurostat, rispetto al numero delle unità di TAC o Tomografia computerizzata per ogni cento mila abitanti, negli ospedali, e ai fornitori di assistenza medica ambulante, due o perfino quattro volte più grande in stati come Germania, Francia e Gran Bretagna, mentre il valore dei due indicatori per la Romania è 6, cioè 4 volte più basso. Abbiamo bisogno, quindi, di investimenti urgenti e sostenibili nell’infrastruttura ospedaliera, da apparecchiature performanti fino a edifici e spazi adeguati”, ha dichiarato Diana Paun, nell’apertura del Forum economico Romania-Italia, dal tema “Servizi di qualità per gli ospedali della Romania”, svoltosi presso la Camera di Commercio e Industria della Romania, scrive Agerpres.

Nella sua opinione, le soluzioni che hanno portato alla trasformazione del sistema medico italiano in uno dei più performanti d’Europa costituiscono esempi di buone pratiche.

“L’esempio dell’Italia è incontestabilmente da seguire in ogni stato. Le soluzioni che hanno portato alla trasformazione del sistema medico italiano in uno dei più performanti d’Europa costituiscono senza dubbio esempi di buone pratiche. Saluto in questo contesto l’organizzazione di questo evento e ringrazio tutti coloro che hanno manifestato interesse nel presentarci soluzioni concrete, basate sulla propria esperienza e perizia. Ho la convinzione che una parte di queste soluzioni potranno essere adottate nel contesto romeno, e che contribuiranno a migliorare la qualità dei servizi e della performance dell’intero sistema, con benefici sia sul piano istituzionale che nella vita dei nostri pazienti”, ha aggiunto Diana Paun.

Tra i presenti al forum, anche Angelo Alessandri, ex presidente della Lega Nord Emilia Romagna e presidente della Commissione per l’ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera dei Deputati di Roma, oggi consulente nella Camera di Commercio della Romania in Italia.

“Io do una mano volentieri, perché Eugen Terteleac, il presidente, è un amico, lo conosco, e ci mette una passione incredibile, per l’Italia e per la Romania. È un ponte umano! Se stai con lui per qualche ora ti accorgi che si tratta di una specie di missione sua, mi ha trasmesso il desiderio di dare una mano in questo senso e sono entrato. Credo che l’Italia abbia molto da dare alla Romania, e la Romania, con le regole che adotta oggi, possa essere un paese che riceverà molto e allo stesso tempo supererà l’Italia in molti settori. Ci aiutiamo reciprocamente. Gli italiani però hanno spesso un problema, quello di non sapersi unire. Non sanno fare squadra”, ha dichiarato l’italiano per Gazeta Romaneasca.

Tramite questi forum economici, CCIRO Italia e la Camera di Commercio e Industria della Romania si implicano nel trovare soluzioni durevoli per il sistema di sanità pubblica in Romania.

CCIRO Italia continua il programma dei forum economici “Ridiamo la fiducia agli investitori romeni e italiano nell’economia romena” per l’anno 2016, progetto realizzato in collaborazione con il Governo della Romania, secondo il memorandum di collaborazione tra DIMMMAT e CCIRO Italia.

NO COMMENTS