Un allievo su 10 in Italia è straniero. La maggior parte sono romeni

0
565

In Italia, 814.000 allievi hanno genitori stranieri, e la regione Lombardia ne ha il maggior numero, 201.000, secondo Repubblica.it
Di questi, la metà sono nati in Italia. All’asilo nido la situazione è ancora più chiara: nove su dieci bambini sono nati in Italia, quindi destinati a ricevere la cittadinanza italiana una volta arrivati all’età di 18 anni, dato che la legge ius soli sarà adottato prima o poi. In sostanza, negli ultimi cinque anni, il numero degli allievi stranieri in Italia è cresciuto del 20%.
Il rapporto presentato è un insieme di dati forniti dal Ministero dell’Istruzione d’Italia e dalla Fondazione Ismu, presentati a Milano.
Sono gli allievi stranieri a salvare la scuola italiana, scrive il quotidiano Repubblica, dal lento spopolamento per effetto del declino demografico nel paese. Rispetto al 2,7% di calo delle iscrizioni a scuola dei bambini, grazie agli allievi con origini straniere, c’è stato un aumento del 20,9% negli ultimi cinque anni.
Se nell’ano scolastico 2001/2002 si sono iscritti 196.414 bambini stranieri (2,2%), nell’ultimo anno scolastico la percentuale è arrivata al 9,2% ossia a 814.414 allievi.
La maggior parte degli allievi sono romeni, con 157.000 bambini, seguiti da albanesi (108.331) e marocchini (101.584), cinesi (41.707) e filippini (26.132). Negli asili nido, predominano i bambini provenienti da paesi in condizioni di “emergenza”, come Bangladesh (27,1%), Marocco (25,8) ed Egitto (23,8).

NO COMMENTS