Romania, sospesa un anno dalle competizioni internazionali di kayak canoa

    0
    297

    La Federazione Romena di Kayak Canoa (FRKC) è stata sospesa dalla Federazione Internazionale su un periodo di un anno di competizioni, a causa di numerosi casi di dopaggio, e quindi mancherà la partecipazione ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro (5-21 agosto).
    “La Federazione mondiale (ICF) ha sospeso le squadre (di senior – ndr) della Romania e Bielorussia con effetto immediato, dopo le prove supplementari presentati nella seduta del suo Comitato Esecutivo del 13 luglio, a Cracovia. Le prove presentate hanno dimostrato un dopaggio sistematico nella squadra della Romania, 11 sportivi fronendo prove positive a seguito di un test fuori concorso ad aprile 2016”, si legge sul site del foro mondiale.
    La maggior parte dei casi sono legati all’utilizzo della sostanza meldonium, dopo che questa è stat messa sulla lista vietata dall’Agenzia Mondiale Antidoping
    (AMA-WADA), il 31 dicembre 2015.
    ”Come parte della federazione nazionale, la squadra di canoa sprint senior della Romania e il suo entourageavranno una sospensione di un anno dalle competizioni internazionali, compresi i Giochi Olimpici. Inoltre, le persone in causa possono essere multate duramente per le loro azioni se saranno scoperte nuove prove”, si annuncia nel comunicato, che precisa che l’Agenzia Nazionale Antidoping (ANAD) deciderà la sorte di ciascun sportivo separatamente.
    Romania aveva due squadre qualificate ai GO 2016 dopo la scoperta dei casi di dopaggio, Valentin Cameneschi, Aurelian Madalin Ciocan, Cosmin Lulciuc, Razvan Oltean (K4 — 1.000 m), Iuliana Andreea Tăran, Irina Lauric (K2 — 500 m).
    Leonid Carp e Andrei Stefan Strat, qualificati a C1 — 1.000 metri (Leonid Carp) e C2 — 1.000 metri, sono stati esonerati da ANAD perché avenvano concentrazioni basse di meldonium e si inquadravano nel margine accettato da WADA.

    NO COMMENTS

    LEAVE A REPLY