Il PMP si unisce all’UNPR

0
427

Il leader PMP, Traian Basescu, e il leader UNPR, Valeriu Steriu, hanno deciso di fondere i due partiti. Quindi PMP e UNPR parteciperanno come lista unica alle elezioni parlamentari del prossimo autunno.
I due partiti saranno a livello di parità nelle strutture di direzione della nuova formazione, composte in base al principio di 1 a 1 tra il vecchio UNPR e il vecchio PMP.
Basescu ha spiegato che il partito si chiamerà il Partito Movimento Popolare, che manterrà logo che inno e che le cariche saranno condivise in modo uguale.
“L’analisi che facciamo da due settimane mostra che dove PMP è più forte UNPR è più debole e viceversa. Quindi ci sarà una distribuzione 50/50”, ha dichiarato Basescu.
A sua volta, Steriu ha affermato che fin dall’inizio UNPR ha sostenuto una politica di alleanze, e che in questo modo si desidera offrire un’alternativa al PSD e al PNL.
“Abbiamo la speranza di offrire un futuro a chi ci hanno votato alle locali (…). Ci sono molti romeni che vogliono poter scegliere qualcos’altro oltre al PSD o PNL e insieme possiamo offrire un’alternativa”, ha affermato Steriu, aggiungendo di essere convinto che questa nuova strada “offrirà molta fiducia”.
Recentemente l’UNPR ha cercato di raggiungere un accordo con il PSD e con il PNL, perché non da solo non avrebbe possibilità di entrate in Parlamento alle elezioni dell’autunno. Le negoziazioni tuttavia non hanno prodotto gli effetti previsti dal partito di Steriu. D’altra parte, il partito di Traian Basescu ha bisogno di completare le strutture del partito in tutto il paese.

NO COMMENTS