UniCredit, la prima banca della Romania che emmette un’Obbligazione Bancaria di Pagamento

0
616

L’UniCredit ha emesso la prima Obbligazione Bancaria di Pagamento (Bank Payment Obligation – BPO*) mai realizzata sul mercato della Romania, per scontare un’operazione commerciale tra Adiss SE, una delle principali compagnie locali nel settore del trattamento delle acque reflue urbane e industriali, e il suo fornitore, la compagnia tedesca Huber SE, uno dei più importanti produttori d’impianti industriali per il trattamento delle acque, delle acque reflue e dei fanghi.
“Siamo molto fieri di aver emesso la prima Obbligazione Bancaria di Pagamento (BPO) della Romania, perché questo sottolinea ancora una volta la nostra posizione di leader nella digitalizzazione delle transazioni bancarie. Attraverso la BPO possiamo offrire ai nostri clienti compagnie una soluzione che combina l’elaborazione automatica dei pagamenti con un management di costo attento, pagamenti rapidi e opzioni finanziarie per il venditore. Siamo all’avanguardia in questo segmento, visto che siamo stati anche la prima banca ad aver effettuato l’Obbligazione Bancaria di Pagamento in Germania e Italia, e adesso ci prepariamo per anche altri mercati”, afferma Gianfranco Bisagni, Vice Direttore Corporate & Investment Banking (CIB) all’interno del gruppo UniCredit.
“Quest’Obbligazione Bancaria di Pagamento è la prima mai conclusa da una banca del gruppo UniCredit nell’Europa Centrale e Orientale (CEE). È un riferimento importante per UniCredit, anche perché siamo interessati a estendere la disponibilità dei pagamenti di commercio certi e sicuri ovunque nella regione europea centrale e orientale e oltre questa”, ha dichiarato Enrico Minniti, Capo Central & Eastern Europe Corporate & Investment Banking (CEE CIB) all’interno di UniCredit. “L’utilizzo inaugurale della BPO in Romania dimostra il crescente riconoscimento da parte di banche e multinazionali dei benefici significativi offerti dalla BPO. Inoltre, UniCredit è diventata anche la prima banca preparata a offrire la BPO in Bulgaria”.
Questa è la più recente, di una serie di transazioni BPO di riferimento negli ultimi anni. Inoltre, nell’ottobre del 2014, UniCredit ha finalizzare la prima transazione BPO mai realizzata in Germania, tra una compagnia tedesca e una giapponese. La transazione ha permesso a RVT Rühr-und Verfahrenstechnik di aumentare il suo volume d’affari grazie alla vendita di crediti assicurati verso UniCredit e all’individuazione di condizioni di pagamento più attraenti per Mitsui & Co Plant Systems.
Recentemente, nel febbraio del 2015, UniCredit ha finalizzato con successo la prima transazione BPO mai svolta in Italia, tra SPIG S.p.A., compagnia leader nel settore della produzione di sistemi di raffreddamento industriale e uno dei suoi fornitori tedeschi.
Qualche settimana fa, la pubblicazione Global Finance ha designato UniCredit “Innovatore in trade finance nel 2016” per la sua piattaforma completamente digitale per l’esecuzione di BPO.
L’Obbligazione Bancaria di Pagamento, entrata nel vocabolario di specialità sotto l’abbreviazione !BPO” (“Bank Payment Obligation”), è un impegno irrevocabile e autonomo assunto dalla banca, in genere la banca principale di un importatore, per pagare su richiesta o alla maturità una certa somma di denaro verso la banca dell’esportatore, dopo l’acquisto elettronico di certi dati aggregati dalle parti.
La documentazione legale dell’operazione (fatture, documenti di trasporto, certificati, ecc.) sono scambiati separatamente dalle due parti commerciali, che delegano alele banche il management automatico e diretto del flusso di dati elettronici attraverso l’applicazione Trade Service Utility (TSU), sviluppata da SWIFT (la principale rete di comunicazioni finanziarie).
Avendo come premessa la relazione di fiducia tra l’acquirente e il venditore, l’Obbligazione Bancaria di Pagamento si colloca tra la lettera di credito documentaria e il trasferimento bancario (ordine di pagamento semplice), combinando una parte dei vantaggi di entrambe le parti: la diminuzione del rischio di mancato pagamento, la semplicità e velocità dell’operazione, ad esempio.
Inoltre, la compagnia esportatrice può estendere la sua esposizione per gli acquirenti che emettano Obbligazioni Bancarie di Pagamento e ottenere così un accesso più semplice al finanziamento, optando per la vendita dei crediti; la compagnia importatrice, d’altra parte, può negoziare termini di pagamento più estesi, migliorando così i suoi flussi di numerario.
UniCredit è una delle maggiori istituzioni finanziarie in Europa, con una forte presenza in 16 paesi europei e una rete globale che copre 50 mercati. Il gruppo, che ha attivi di oltre 850 miliardi di euro, svolge la sua attività tramite più di 8.600 punti di lavoro e circa 149.000 dipendenti, e serve più di 40 milioni di clienti.
Nell’Europa Centrale e Orientale, UniCredit è leader incontestabile di mercato, con circa 3.500 succursali e attivi per circa 146 miliardi di euro. Il gruppo è operativo in: Austria, Azerbaijan, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Germania, Italia, Polonia, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Turchia e Ungheria.
Per ulteriori informazioni: www.unicreditgroup.eu
In Romania, UniCredit Bank è un “one-stop-shop” per servizi finanziari, servendo più di 600.000 clienti. Il gruppo è presente in Romania tramite UniCredit Bank, UniCredit Consumer Financing, UniCredit Leasing Corporation, UniCredit Insurance Broker, UniCredit Leasing Fleet Management, UCTAM, Pioneer Asset Management e UniCredit Business Integrated Solutions.

NO COMMENTS