Successo per gli italiani della De’Longhi a Cluj

0
1055

Il produttore italiano di elettrodomestici De’Longhi nel 2012 ha comprato a Jucu una fabbrica di prodotti di telefonia mobile Nokia, e ora ha superato la fabbrica degli olandesi Philips nella top degli esportatori.
Il produttore italiano di elettrodomestici ha iniziato nel marzo del 2013 a realizzare macchine da caffè in Romania nella fabbrica di Jucu, nella contea di Cluj, occupando così una parte del vuoto lasciato dai finlandesi della Nokia. Oggi, dopo tre anni, il produttore italiano è diventato il maggior esportatore della contea e ha realizzato l’anno scorso affari oltre i 500 milioni di lei (111 milioni di euro) con circa 700 dipendenti, secondo Ziarul Financiar. Gli affari della compagnia sono cresciuti in modo costante, quasi quadruplicandosi dal 2013 al 2015. Solo l’anno scorso il profitto è stato circa del 57% rispetto al 2014, spiega ancora la fonte citata.
Ad oggi, nel parco industriale Tetarom III di Jucu, gli italiani detengono una fabbrica di macchine da caffè, organizzata negli ex capannoni della Nokia, e anche una di masse plastiche, in cui si producono componenti per le macchine da caffè. La maggior parte della produzione è esportata, ed è così che De’Longhi Romania ha raggiunto il primo posto nella top dei maggiori esportatori della contea di Cluj nel 2015, superando la Emerson, a soli tre anni dall’avvio di un affare di circa 30 milioni di euro in unità di produzione. L’investimento di Jucu rappresenta la quinta fabbrica italiana della De’Longhi, dopo quelle in Cina (Guangdong e Shangai), Russia e Italia.

NO COMMENTS