Francesco Fanciulli, CEE Region Prysmian, alla conferenza PriaEnergy

0
728

Francesco Fanciulli – CEO, CEE Region Prysmian, parteciperà alla conferenza PriaEnergy, in data 05 luglio 2016, a cominciare dalle ore 9:30, presso l’hotel Sheraton, sala Platinum. L’evento riunisce i maggiori leader dell’energia, consulenti, avvocati, investitori, banchieri e rappresentanti dei mass media.
“Prysmian Group, il più importante fornitore di soluzioni con cavi del mondo, con oltre 130 anni di storia combinata, con 19.000 dipendenti provenienti da 50 paesi e 88 stazioni di produzione, conferma la sua missione generatrice cambiamenti e innovazioni nelle industrie energetiche e di telecomunicazioni, capace di offrire ai suoi clienti soluzioni estremamente innovatrici, che permettono loro di rispondere alle provocazioni del futuro. A questo scopo, Prysmian Group ha presentato “Smart Grid Concept” per creare connessioni vitali che assicurino il trasporto efficiente di energia e informazioni in tutto il mondo, basandosi su 5 pilastri: a) nuove soluzioni di produzione; b) focus di prevenzione dei rischi sopportati dai sistemi intelligenti; c) manutenzione intelligente della rete in modo da ottenere una strategia corretta di gestione delle attività; d) gestione duratura della responsabilità elettronica tramite l’integrazione delle differenti risorse energetiche; e) impatto ottimizzato sull’ambiente amplificato tramite soluzioni tecnologiche adeguate”, si dichiara in un comunicato.
All’interno della conferenza, Francesco Fanciulli discuterà dello sviluppo della rete energetica: le soluzione per sistemi di reti intelligenti ed energetiche integrate e in merito al CPR – regolamento europeo sulla resistenza al fuoco/prodotti energetici con emissioni ridotte di fumo, argomento di grande importanza in Romania, soprattutto all’interno dei nuovi regolamenti ISU. Allo stesso modo, saranno abbordate soluzioni ibride per sostenere lo sviluppo di un’infrastruttura più potente: combinare soluzioni energetiche e di telecomunicazioni allo stesso tempo.
“In un sistema economico sempre più globalizzato, la strategia energetica di un paese si realizza in un contesto di evoluzioni e cambiamenti che hanno luogo a livello globale. La Romania dispone di una vasta gamma, seppure ridotta dal punto di vista quantitativo, di risorse energetiche primarie: petrolio, gas naturali, carbone, giacimenti di uranio, come anche un potenziale capitalizzabile di risorse rigenerabili, relativamente modesto”, si aggiunge nel comunicato.
La conferenza PriaEnergy ospiterà leader e visionari dell’industria energetica, autorità, la comunità scientifica e il settore privato, come anche i leader comunitari, che discuteranno le politiche in sviluppo, i problemi e progressi tecnologici con impatto sulle risorse energetiche mondiali; le soluzioni innovatrici strategiche e le tendenze nell’industria energetica, come anche le opportunità concepite per creare un futuro duraturo tramite la gestione dell’ambiente. Allo stesso tempo, saranno dibattuti argomenti riguardanti lo sviluppo di tali interazioni complesse, che ridefiniranno il futuro dell’energia a livello mondiale.
Accanto a Francesco Fanciulli, i relatori invitati sono: Costin Borc — Ministero dell’Economia, Commercio e Turismo; Victor Grigorescu — Ministro dell’Energia; Bogdan Chiritoiu — Presidente, Consiglio di Concorrenza; Niculae Havrilet — Presidente, ANRE; Gheorghe Dutu — Presidente, ANRM; Mariana Gheorghe — OMV Petrom, CEO; Valentin Mircea — Esperto energetico; Toni Teau — CEO, Transelectrica; Daniela Lulache — CEO, Nuclearelectrica; Carmen Neagu — CEO, Energobit; Remus Borza — Amministratore Giudiziario, Hidroelectrica.
La conferenza PriaEnergy fa parte della serie PRIAevents – conferenze che richiamano l’attenzione, ogni volta, sui più importanti e attuali temi di discussione in ogni ambito e beneficiano di una grande presenza di partecipanti e mass media. Con oltre dieci anni di esperienza nell’organizzazione di eventi premium, il gruppo PRIAevents è riconosciuto per l’organizzazione di eventi top dei maggiori ambienti economici.

NO COMMENTS