Confisca record di cocaina in Romania

0
677

Una quantità record, di 2,5 tonnellate di cocaina è stata ritrovata dai poliziotti e inquirenti della DIICOT, all’interno di un container nel porto di Constanta. L’imbarcazione in cui è stata ritrovata la cocaina proveniva dall’America del Sud, e la merce avrebbe raggiunto il mercato europeo, mentre la Romania sarebbe stata il paese di transito.
Le fonti interne agli inquirenti hanno dichiarato che il valore stimato di quelle 2,5 tonnellate d i cocaina sarebbe di 625 milioni di euro.
Secondo gli inquirenti, in quest’operazione si è collaborato con le autorità USA, ma anche con quelle spagnole.
Le 2,5 tonnellate di cocaina confiscate dalle autorità romene al porto di Constanta, sono state ritrovate in pacchetti nascosti nei pavimenti e nelle pareti di quattro container, e tutti i pacchetti erano avvolti in dieci strati d’imballaggio e imbevuti di sostanze che li rendevano impossibile da individuare, essendo per di più stampati con le sigle di aziende celebri.
La cocaina confiscata ha un valore superiore a 625 milioni di euro al mercato nero, cento milioni di euro venduta all’ingrosso, ha dichiarato il capo della Direzione Anticriminalità Organizzata (DCCO), Claudiu Cucu.
I cinque uomini fermati al Porto di Constanta hanno età comprese tra i 25 e i 42 anni. Secondo il capo della DIICOT, Daniel Horodniceanu, si tratta di quattro cittadini lituani e uno colombiano, e sarebbero le persone designate dal capo del gruppo ad estrarre la cocaina dai container e a caricarla nei camion perché fosse portata in Olanda.
“La cocaina sarebbe stata portata fuori dalla Romania con dei camion inviati in Olanda, camion noleggiati da società di trasporto. La merce sarebbe stata camuffata, per esempio in modo da sembrare marmo, ma poteva essere qualsiasi altro materiale”, ha dichiarato Daniel Horodniceanu, procuratore capo della DIICOT.
Più di 150 poliziotti hanno lavorato all’indagine, coordinati dalla DIICOT, negli ultimi sei mesi, con investigatori inviati sotto copertura e con apparecchi di registrazione montati negli spazi del Porto di Constanta e di un deposito in zona Eforie

NO COMMENTS