PM Ciolos rifiuta in modo categorico di implicarsi in politica

0
583

Il premier Dacian Ciolos ha incontrato il leader PNL, che lo considera responsabile di molti problemi che scontentano i liberali. Le lamentele fanno riferimento al fatto che, secondo i liberali, il PNL paga per tutto quello che fa il Governo Ciolos. Per questo, hanno rimproverato al primo ministro l’incapacità dell’Esecutivo di comunicare in modo efficiente, secondo Agerpres.
“Non gli abbiamo chiesto conto, i colleghi hanno segnalato certi inadempimenti del ministro. Non mi sembra normale che un ministro (il ministro dell’Agricoltura, ndr) sia reso responsabile di una situazione reale e che egli non sia capace di spiegare che il problema non è da imputare al Governo ma all’ex Governo, e che non abbia presentato neanche un calendario di soluzioni”, ha dichiarato il co-presidente PNL Alina Gorghiu per Adevarul Live.
“Ovviamente paghiamo noi, quelli di PNL, quasi tutto ciò che fa questo governo. La gente percepisce il Governo Ciolos come un Governo PNL, cosa che non è affatto vera (…) A volte il Governo, anche se pieno di buone intenzioni, non è riuscito a comunicare che tutte le misure sono buone”, ha dichiarato Gorghiu.
Alla fine dell’incontro, alla domanda su cosa farà dopo la fine del mandato, il premier ha dichiarato di non saperlo.
“Non voglio fare alcuna affermazione su ciò che farò dopo, perché semplicemente non lo so. Sono solo un uomo, non ho un’agenda nascosta. A novembre mi sono impegnato per un certo mandato e mi propongo di portarlo a termine in modo onesto”, ha dichiarato Dacian Ciolos.
Alla domanda su cosa pensi del fatto che alcuni liberali dicono che la cattiva immagine del Governo è assimilata al PNL, il capo dell’Esecutivo ha risposto: “Mi dispiace sia assimilato con chiunque”.
Dacian Ciolos ha riconosciuto di essere consapevole e di capire che “siamo in anno elettorale” ma ha ricordato che l’attuale governo si è impegnato a novembre solo per “tenere la Romania a galla”.
Alla domanda dei giornalisti, Ciolos ha affermato senza mezzi termini che non si iscriverà al PNL.
“Fino alla fine del mandato di questo Governo ho detto che non mi iscriverò in nessun partito, non mi faccio un partito e non mi candido alle elezioni parlamentari. Vorrei fosse l’ultima volta in cui lo dico”, ha dichiarato il premier.

NO COMMENTS