Condizioni climatiche estreme in Romania

0
793

Due persone hanno perso la vita e centinaia di case sono state colpite dai fenomeni meteoreologici

Due persone hanno perso la vita a causa dei fenomeni meteoreologici estremi del fine settimana e all’inizio della settimana. Le forti piogge e le inondazioni hanno colpito 41 località delle contee di Bacau, Cluj, Hunedoara, Iasi, Neamt, Olt, Suceava e Vrancea, dove negli ultimi due giorni le squadre di intervento del Ministero degli Interni hanno aiutato la gente a togliere l’acqua da case e tenute.
Domenica, ad Arad decine di case, l’Unità di pronto Soccorso dell’Ospedale Provinciale Arad, i seminterrati di alcune chiese e palazzi della città sono stati inondati a causa di una tempesta.
Suceava, e altre 23 località della contea Suceava sono state colpite nelle ultime ore dai temporali, con numerose abitazioni e tenute sono state allagate, la SN 17 bloccato da alluvioni e decine di turisti rimasti bloccati nelle case di vacanza o nelle pensioni.
A Valea Jiului circa 600 macchine sono state danneggiate a causa della grandine caduta nella notte di sabato, con dimensioni simili a quelle di uova.
A Mures, a causa del temporale estremamente violento, descritto dagli abitanti come un tornado, i tetti di 307 case sono stati danneggiati, in 12 strutture completamente distrutti.
Tra il fine settimana e lunedì successivo sono stati emessi circa 50 avvertimenti meteorologici e idrologici, codice giallo e codice arancione, la cui emissione è in dinamica, secondo il Ministero degli Affari Interni.
Inoltre un nuovo codice arancione di inondazioni è stato emesso dai meteorologi ed è valido fino a martedì, ore 11. Il codice è destinato alle zone ovest del paese, centro e sud-ovest, cioè le zone in cui ci sono tuttora allagamenti.
A seguito delle forti piogge e delle inondazioni sono intervenuto 300 vigili del fuoco, gendarmi e poliziotti, in 41 località delle contee di Bacau, Cluj, Hunedoara, Iasi, Neamt, Olt, Suceava e Vrancea.
In 15 località della contea di Hunedoara, i vigili del fuoco sono intervenuti per eliminare l’acqua da quattro case e 25 corti.
Nella contea di Suceava, località Horodnic de Jos, i vigili del fuoco e i gendarmi hanno aiutato la gente a eliminare l’acqua da 90 case. Inoltre, nella stessa località sono state evacuate preventivamente quattro persone, perché la loro abitazione è stata gravemente danneggiata.
Nella contea di Vrancea, villaggio di Lepsa, dieci turisti, tra cui un bambino, che rischiavano di rimanere bloccati in una pensione, sono stati evacuati preventivamente. La polizia stradale ha deviato il traffico per SJ 107 P, finché la strada non sarà pulita dai resti degli alluvioni. Gli autoveicoli sorpresi nel traffico sono stati sbloccati dopo un intervento di circa due ore.
Le inondazioni degli ultimi giorni hanno prodotto danni materiali, senza vittime. Il Ministro degli Affari Interni, Petre Toba, ha chiesto ai prefetti di costituire delle commissioni di valutazione dei danni e, al più presto possibile, presentare rapporti in questo senso.
Le strutture per le situazioni di emergenza sono ancora in mobilitazione, e la situazione sul terreno e le misure prese sono controllate e coordinate dal Centro Nazionale di Direzione Integrata del MAI, che funziona in regime permanente, si legge nel comunicato MAI.

NO COMMENTS