Ciao Bucarest, influenze urbane italiane

0
574

La mostra “Ciao Bucarest. Influenze urbane italiane a Bucarest”, aperta il 2 giugno, in occasione della Giornata Nazionale della Repubblica Italiana, può essere visitata presso il Museo Nazionale di Arte della Romania di Bucarest, nelle Sale Kretzulescu, fino al 15 agosto, con ingresso libero.
Ideato e realizzato dall’Ambasciata d’Italia a Bucarest per consolidare le già eccellenti relazioni tra i due paesi, questo progetto culturale è destinato a valorizzare e rendere più conosciuto lo spirito creativo italiano, riflesso nell’architettura e nei paesaggi di Bucarest, dal XVIII secolo fino ad oggi.
Il tutto è esposto in una galleria originale di immagini assemblate in maniera innovativa, che svelerà ai visitatori edifici pubblici e privati, monumenti, parchi, vie, piazze, costruzioni contemporanee: dal Palazzo di Mogosoaia fino al nuovo terminal dell’aeroporto Henri Coanda, insieme a tanti altri capisaldi italiani che appartengono alla storia urbana della capitale della Romania.
Una selezione di fotografie sarà inclusa in un volume mentre un website, che sarà presentato durante la conferenza stampa, offrirà un’immagine più ampia delle influenze urbane italiane a Bucarest.
Il pubblico potrà esplorare in modo interattivo anche un modello tridimensionale della città.
L’evento si svolge con il patrocinio del Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo Italiano, del Ministero della Cultura della Romania – Direzione per la Cultura del Municipio di Bucarest e del Centro Culturale ARCUB.
I partner dell’evento sono l’Istituto Italiano di Cultura di Bucarest, la Chiesa Italiana, l’Associazione degli Italiani della Romania – RO.AS.IT, la Società Civile Professionale degli Avvocati “Alexandru si Asociatii”, l’Associazione Storia dell’Arte.

NO COMMENTS