Il Governo promette di adottare l’ordinanza relativa agli stipendi del settore pubblico

0
547

Il portavoce del Governo, Dan Suciu, ha annunciato che si cercherà di adottare l’ordinanza relativa agli stipendi del settore pubblico martedì; in caso contrario, la si approverà la settimana prossima.
“L’ordinanza è in stato di ultimazione. Aspettiamo di chiarire tutti i dettagli ed eventuali nuove negoziazioni con i partner sindacali dell’Educazione. L’unico punto interrogativo che abbiamo riguarda l’ordinanza sulla crescita degli stipendi. (…) Cerchiamo di essere comprensivi e disponibili a guardare l’intero processo nel suo insieme e non solo puntualmente, sulla questione dell’Educazione. Cerchiamo ancora di adottarla martedì. Altrimenti, la settimana successiva”, ha dichiarato Suciu, in una conferenza stampa presso il Governo.
Il portavoce ha precisato che l’Esecutivo non ha molto tempo a disposizione per adottare la legge, motivo per cui “certamente, questa sarà approvata in un termine molto breve”.
I sindacalisti accusano il Governo di mancanza di volontà nel proporre soluzioni che possano eliminare, in prima fase, le discriminazioni e le discrepanze del sistema relative agli stipendi per le cariche pubbliche simili, affinché possano avanzare le discussioni su una nuova legge degli stipendi nel settore pubblico.
I sindacalisti dell’Educazione sono scontenti dei cambiamenti fatti tramite l’ordinanza d’urgenza per la Legge sugli stipendi nel settore pubblico e del fatto che i dipendenti della Sanità, a partire da quest’estate, riceveranno stipendi maggiori rispetto a quelli dei dipendenti nel settore dell’insegnamento. Sullo sfondo delle negoziazioni si parla di grandi proteste il 1 giugno.

NO COMMENTS