Flori Dinu, direttore Hexi Pharma, sospettata di 128 infrazioni

0
634

Il direttore generale della Hexi Pharma, Flori Dinu, è stata fermata dai poliziotti e condotta alla Procura Generale, dove le è stato comunicato di essere sospetta nell’inchiesta dei disinfettanti diluiti degli ospedali, informa Mediafax. Alla fine dell’interrogatorio, Dinu è stata trattenuta dagli inquirenti ma durante il weekend le sono stati concessi gli arresti domiciliari.
Secondo l’Ufficio Stampa della Procura Generale, Flori Dinu è accusata di aver commesso 99 reati di frode in forma continuata e 29 reati di frode in forma semplice, e il reato di partecipazione impropria di ostruzione della lotta alle malattie.
Nel periodo 2014 – 2016, Hexi Pharma ha concluso contratti di vendita di prodotti biocidi con 152 unità mediche, per un valore è di circa 51 milioni di ron, come ha annunciato la Procura due giorni fa.
Flori Dinu è la prima persona ad avere qualità di sospetto nell’inchiesta Hexi Pharma.
Dan Condrea, il patrono della Hexi Pharma, ha perso la vita domenica sera, in un incidente stradale accaduto nella contea di Ilfov, sulla strada tra le località Buftea e Corbeanca. La Procura Generale martedì ha annunciato che la morte di Dan Condrea è stata violenta e le ferite “constatate si sono potute produrre a seguito di colpi con corpi e piani duri, e a seguito dello schiacciamento tra i componenti dell’autoveicolo”.

NO COMMENTS