Le modalità di voto e le opportunità di investimenti discusse da Dan Stoenescu con i romeni d’Italia

0
641

Le nuove modalità di voto per le elezioni parlamentari della fine dell’anno e le opportunità di investimenti sono stati tra i temi discussi dal ministro delegato per le relazioni con i romeni all’estero, Dan Stoenescu, con i romeni d’Italia.
Tra il 19 e 20 maggio, Dan Stoenescu si è recato in visita di lavoro a Torino e Alessandria, secondo un comunicato del MAE.
L’ufficiale romeno ha partecipato a incontri con imprenditori romeni della regione Piemonte, occasione in cui ha discusso dello sviluppo delle iniziative romene in Italia, e delle opportunità di investimenti in Romania. Stoenescu ha sottolineato l’importanza di creare delle reti professionali a livello delle piccole e medie imprese, capaci di contribuire allo scambio di buone pratiche, allo scopo di valorizzare il potenziale imprenditoriale sia nel paese di residenza che in Romania.
Durante gli incontri con i romeni stabilitisi nel nord dell’Italia, il ministro delegato Dan Stoenescu, insieme al rappresentante dell’Autorità Elettorale Permanente, ha sostenuto sessioni di informazione relative alle nuove modalità di voto per le elezioni parlamentari della fine dell’anno.
Il dignitario ha mostrato quanto importante sia che ciascun romeno che abbia domicilio o residenza all’estero, si iscriva nel Registro Elettorale. In questo senso, ha spiegato le modalità di voto messe a disposizione del nuovo quadro legislativo e ha accordato sostegno a coloro che hanno voluto iscriversi nel Registro Elettorale.
D’altra parte, il ministro delegato ha espresso preoccupazione per l’esiguo numero di persone registratesi finora, mettendo in evidenza quali siano i vantaggi dell’iscrizione nel Registro Elettorale per i romeni con domicilio o residenza all’estero che desiderino esercitare, in condizioni ottime, uno dei diritti fondamentali.
In riferimento alla campagna d’informazione relativa alla votazione all’estero, l’ufficiale romeno ha incoraggiato i rappresentanti dell’ambiente associativo romeno in Italia a diventare partner dello stato romeno negli sforzi di informazione delle comunità, rispetto alle procedure di voto.
Il ministro delegato ha offerto ai presenti anche informazioni relative alle assicurazioni sanitarie previste nel nuovo Codice Fiscale e alla campagna svolta dal Ministero delle Finanze Pubbliche della Romania, precisando quanto sia importante una corretta informati, proveniente da fonti ufficiali.
In occasione degli incontri, il dignitario romeno ha incoraggiato la partecipazione dei bambini romeni ai campeggi ARC, tenuti dal Dipartimento Politico per la Relazione con i Romeni all’Estero, e ai campeggi DOR, organizzate dalle autorità della Repubblica Moldova cui, in virtù del partenariato tra i due stati, possono partecipare anche bambini originari della Romania.

NO COMMENTS