Verdetto nel caso “Santaj” per le Antene

0
624

Il fondatore del trust di stampa Intact, Dan Voiculescu, è stato condannato giovedì a due anni di carcere con esecuzione, nel caso in cui egli, sua figlia e Sorin Alexandrescu sono accusati di aver ricattato l’amministratore RCS/RDS.

Il tribunale ha disposto che questa pena di due anni di carcere sia unita a quella di 10 anni, ricevuta in precedenza nel caso ICA, mantenendo una pena di 10 anni. Camelia Voiculescu, la figlia maggiore di Dan Voiculescu, ha ricevuto di due anni di carcere con sospensione.

Sorin Alexandrescu, il direttore di Antena Group, è stato condannato a tre anni e mezzo di carcere con esecuzione, mentre da Antena Groupha ha ricevuto una multa di 350.000 ron.

Inoltre, Serban Pop, ex capo dell’ANAF, ha ricevuto due anni di carcere per aver permesso l’accesso di una persona non autorizzata a informazioni che non sono pubbliche.

George Matiescu, direttore generale della Intact Publishing, è stato assolto per complicità al ricatto, come anche, Intact Publishing e Antena 3, assolte entrambe dalle accuse di complicità a ricatto.

La decisione tuttavia non è definitiva e può essere attaccata in appello.

NO COMMENTS