Oltre 100 romeni vogliono candidarsi alle elezioni locali italiane

0
922

Oltre 100 cittadini romeni hanno richiesto e ricevuto i certificati necessari rilasciati dall’Autorità Elettorale Permanente (AEP) per poter iscrivere la loro candidatura alle elezioni locali d’Italia.
L’AEP informa che fino a mercoledì, 109 cittadini romeni residenti in Italia hanno ricevuto questi certificati.
“L’AEP rilascia, in base a una domanda scritta, certificati ai cittadini romeni interessati a candidarsi alle elezioni per le future autorità dell’amministrazione pubblica locale in altri stati membri dell’Unione Europea.
Il certificato rilasciato dall’AEP attesta il fatto che, secondo i registri delle autorità romene, i richiedenti non hanno alcun limite nell’esercizio dei diritti elettorali e non sono soggetti a una decisione definitiva del tribunale che preveda la privazione di diritti elettorali”, si legge in un comunicato rilasciato da Ziare.com.
Secondo le normative in vigore, per fare le verifiche, le domande devono includere i dati personali delle persone interessate, devono essere datate e firmate a mano ed essere accompagnate da una copia del documento di identità romeno valido, informa la fonte citata.
“I certificati possono essere trasmessi ai richiedenti dall’AEP in formato elettronico, tramite mail, oppure essere ritirare di persona o tramite una persona indicata in precedenza, presso la sede della nostra istituzione, in base dell’atto di identità”, si legge nel comunicato AEP.
Alle elezioni, svoltesi nel giugno dell’anno scorso in Italia, si sono iscritti alla corsa elettorale ben 51 cittadini romeni. Secondo l’Autorità Elettorale Permanente, 32 tra i candidati sono donne, 19 uomini e la media di età dei candidati è di 38 anni.

Oltre 50 romeni, candidati alle elezioni d’Italia

I romeni hanno rotto il ghiaccio in Italia nel 2009, quando Leontina Ionescu è diventata consigliere locale al comune di Marcellina, vicino a Roma, una prima nella politica italiana, in cui i romeni erano guardati con sfiducia a causa dei mendicanti.
L’esempio di Leontina Ionescu è stato seguito negli ultimi anni da altri concittadini residenti in questo paese, visto anche che la comunità romena è sempre più numerosa in Italia.
In qualità di cittadini comunitari, i romeni della Penisola hanno il diritto di partecipare all’elezione diretta del sindaco e dei membri del consiglio locale, e possono candidarsi per i consigli locali, a condizione che ottengano il certificato AEP.

NO COMMENTS