Due nuovi ministri hanno deposto giuramento

0
646

Prosegue la “pulizia” primaverile nel Governo Ciolos?

Corina Suteu e Cristian Ghinea hanno deposto il giuramento per la carica di ministro della Cultura, e ministro dei Fondi Europei.
Corina Suteu ha sostituito Vlad Alexandrescu, che è stato dimesso a seguito di uno scandalo presso l’Opera Nazionale di Bucarest. Finora, ha occupato la carica di segretario generale di stato nel Ministero della Cultura.
Suteu è stata direttore dell’Istituto Culturale Romeno di New York tra il 2006 e il 2012, nel periodo in cui alla direzione dell’Istituto Culturale Romeno c’era Horia Roman Patapievici.
Il nuovo ministro della Cultura, Corina Suteu, ha affermato che, nel suo mandato ci sarà continuità, e una “correlazione più stretta tra gli obiettivi riformatori e le risorse disponibili”.
“È urgente risolvere la situazione dell’Opera Nazionale di Bucarest e, in un contesto più largo, assumere delle misure legislative legate alle istituzioni di spettacolo della Romania e allo statuto di creatore”, ha annunciato Corina Suteu. In più, secondo lei, la cinematografia è una priorità assoluta.
“Ci saranno presentate le iniziative sviluppate negli ultimi mesi. Inoltre, sarà presentato lo stato della Strategia nel settore della Cultura, dalla cui adozione dipende la realizzazione di alcune politiche pubbliche in Cultura a medio e lungo termine. Il miglioramento della legislazione sulla protezione del patrimonio nazionale al fine di salvaguardarlo, conservarlo e valorizzarlo resta una direzione prioritaria del Ministero della Cultura”, ha aggiunto Corina Suteu.
Cristian Ghinea ha sostituito al ministero dei Fondi Europei Aura Raducu, che ha rassegnato le sue dimissioni su richiesta del premier.
Chiudere in condizioni ottime i programmi operativi 2007 – 2013, il lancio nel più breve tempo possibile di appelli per il nuovo periodo di programmazione 2014 – 2020 e migliorare certe procedure con impatto a medio e lungo termine, costituiscono alcune delle priorità del nuovo ministro dei Fondi Europei, Cristian Ghinea.
Quest’ultimo ha aggiunto che, nel prossimo periodo, getterà le basi per un meccanismo di trasparenza e monitoraggio attraverso cui la società civile e l’ambiente accademico possano seguire tutti i progetti di grande dimensione implementati dalle istituzioni pubbliche.
ghinea_-465x390
Il premier Dacian Ciolos potrebbe presentare un bilancio dei sei mesi di governo attorno alla data di 15 maggio, e nel frattempo dovrà portare avanti le discussioni con i ministri, sulla loro attività e sui piani di azione per la seconda parte dell’anno, hanno dichiarato fonti governative per Agerpres.
Più ministri sono arrivati giovedì al Palazzo Victoria per discutere con il primo ministro sul tema della loro attività nei ministeri che guidano. All’incontro erano presenti il vicepremier Costin Borc, il ministro dei Trasporti — Dan Costescu, il ministro dell’Educazione — Adrian Curaj, il ministro dei Fondi Europei — Cristian Ghinea, il ministro dell’Energiea — Victor Grigorescu, il ministro delle Comunicazioni — Marius Bostan, il ministro dell’Agricoltura — Achim Irimescu, il ministro delle Finanze — Anca Dragu e il ministro della Giustizia — Raluca Pruna.

NO COMMENTS