50 ospedali, sulla lista di quelli con problemi nello scandalo dei disinfettanti

0
707

Il premier e il presidente si implicano nello scandalo dei disinfettanti

Il Ministro della Salute ha pubblicato la lista degli 50 ospedali dove i test di igiene effettuati a seguito dello scandalo dei disinfettanti diluiti hanno provato che ci sono problemi. Le unità sanitarie sono sparse in 22 contee e 9 di queste sono nella Capitale.
“Per la sicurezza dei pazienti, nelle unità sanitarie dove sono state scoperte non conformità, sono state prese tutte le misure amministrative per evitare qualsiasi rischio per i pazienti, nello specifico la sospensione dei prodotti disinfettanti in causa”, si legge nel comunicato del Ministero della Salute.
Sulla lista appaiono i nomi di grandi ospedali provinciali. I 9 ospedali della Capitale che compaiono sulla lista sono: l’Istituto Nazionale di Endocrinologia Parhon, l’Ospedale di Pronto Soccorso Pantelimon, l’Ospedale Clinico di Pronto Soccorso Bucarest (Floreasca), l’Istituto di Pneumoftisiologia Marius Nasta, l’Ospedale Sf. Stefan, l’Ospedale Clinico di Pronto Soccorso Sf. Ioan, l’Ospedale Clinico Dr. Ioan Cantacuzino, l’Ospedale di Nefrologia Carol Davila, l’Ospedale Universitario di Pronto Soccorso.
Lo scandalo è scoppiato dopo che il giornalista Catalin Tolontan ha pubblicato un’indagine da cui risultava che i disinfettanti forniti da Hexi Pharma agli ospedali hanno concentrazioni più basse di quelle indicate sull’etichetta. Test ulteriori hanno dimostrato si tratta di una concentrazione 10 volte più bassa.
La Procura Generale ha dato l’avvio all’indagine penale per ostruzionismo nella lotta alle malattie e sostituzione di prodotti.
A seguito dello scandalo, alcune decine di persone sono uscite in strada, scontente dalla reazione delle autorità nel caso dei disinfettanti diluiti negli ospedali.

Il presidente Iohannis: Aspetto dal Ministero un piano chiaro di misure d’urgenza

Il presidente Klaus Iohannis ha commentato lo scandalo dei disinfettanti diluiti forniti agli ospedali e ha stabilito alcuni compiti per il Ministero della Salute.
“Le crisi ripetute del sistema sanitario dimostrano ancora una volta l’inefficacia di soluzioni parziali per problemi maggiori esistenti e impongono l’intervento fermo da parte dei responsabili. Aspetto da parte del Ministero della Salute un’analisi esatta e un chiaro piano di misure d’urgenza in questo caso, rispetto alla situazione nel settore della salute, dopo la pubblicazione della lista con gli ospedali dove sono stati riscontrati i problemi relativi ai disinfettanti”; ha scritto su Facebook Klaus Iohannis.
In seguito, il presidente del PSD, Liviu Dragnea ha chiesto al presidente Klaus Iohannis di convocare d’urgenza il Consiglio Supremo della Difesa del Paese in merito alla situazione nel sistema sanitario, sostenendo non si tratti più “di un problema sociale, poiché la situazione degenera in un rischio di sicurezza nazionale”.

Il premier Ciolos: Saranno testate tutte le sostanze

Il premier Dacian Ciolos ha presentato alcune misure per ristabilire la fiducia dei pazienti negli ospedali, dopo lo scandalo dei disinfettanti diluiti. Il capo del Governo ha avuto un incontro con i rappresentanti del Ministero della Salute, del Ministero degli Interni e del Corpo di controllo.
Ciolos ha annunciato che sono in corso due tipi di inchieste, una penale, dei procuratori, e una amministrativa, in cui saranno testati tutti i prodotti per la disinfezione di tutti gli ospedali, la loro concentrazione ed efficacia. Inoltre, il Governo modificherà il modo in cui sono controllate e monitorate le imprese che producono disinfettanti.

NO COMMENTS