La fiamma olimpica per i GO è stata accesa nell’antico sito di Olimpia

    0
    813

    La fiamma dei Giochi Olimpici estivi di Rio (5-21 agosto) è stata accesa secondo il rituale tradizionale nell’antico sito greco di Olimpia, la culla dei Giochi dell’antichità, da dove è partita poi in un periplo di una settimana per la Grecia, prima di prendere la via del Brasile.
    “Oggi scriviamo la storia. Questi Giochi Olimpici saranno un messaggio di speranza in questi tempi difficili, e la fiamma porterà questo messaggio in tutti gli angoli del Brasile e nel mondo intero”, ha affermato Thomas Bach, il presidente del Consiglio Internazionale Olimpico, qualche minuto prima dell’accensione della fiamma dei GO 2016, i primi a svolgersi in un paese dell’America del Sud.
    Attrici vestite in lunghi abiti bianchi e circondate da un coro hanno invocato Apollo, l’antico dio del sole, nell tempio della dea Era, vecchio di 2.600 anni. “La grande sacerdotessa” Katerina Lehou, una conosciuta attrice greca, ha raccolto i raggi del sole con l’aiuto di uno specchio parabolico, per accendere la fiamma.
    È seguito poi il momento di accendere la fiaccola e di consegnarla al suo primo portatore, il ginnasta greco e campione mondiale ad anelli Leftheris Petrounias, che trasmetterà la staffetta all’ex star brasiliana Giovane Gavio.
    Questo rito antico, che vuole stabilire un legame tra diverse epoche, fu inaugurato in occasione dei Giochi hitleriani di Berlino, nel 1936, e rappresenta il simbolo olimpico della fiamma che ha origini nell’antichità, quando un fuoco era acceso a Olimpia e bruciava durante l’intera competizione.
    La staffetta della fiamma olimpica, che durerà quattro mesi, attraverserà la Grecia e poi attraverserà 300 città brasiliane, prima di arrivare allo Stadio Olimpico Maracana, il 5 agosto, in occasione della cerimonia di apertura.
    In Grecia, la staffetta deve passare anche per il centro dei rifugiati di Eleonas, vicino ad Atena, dove un rifugiato siriano, che ha perso una gamba durante la guerra nel suo paese, porterà la torcia, per ricordare così al mondo intero il dramma che vivono i rifugiati e gli sforzi fatti dalla Grecia per affrontare in prima linea la crisi dei rifugiati, la più importante dalla Seconda Guerra Mondiale, un problema che divide l’Unione Europea.
    Il presidente della Federazione Romena di Nuoto e Pentatlon Moderno, Camelia Potec, ha assistito all’accensione della fiamma olimpica, insieme ad altri ufficiali, tra cui anche il presidente CIO, Thomas Bach.
    Il presidente del Consiglio Internazionale Olimpico (CIO), Thomas Bach, si è dichiarato “convinto” martedì che i Giochi Olimpici di Rio saranno “veramente spettacolari”, malgrado le “provocazioni” imposte dalla situazione economica e politica del Brasile, scrive AFP.

    NO COMMENTS