Vicino all’oasi verde degli abitanti di Ploiesti, un giardino italiano su un terreno di 7.000 mq

0
768

Situato nella parte occidentale del Parco Memoriale “Constantin Stere” – la principale oasi verde degli abitanti di Ploiesti – il Giardino Botanico, l’unico di questo tipo nella contea di Prahova, può costituire in qualsiasi momento una buona occasione per immergersi nella natura. Il suo allestimento è iniziato nel 2008 e finora sono stati portati a termine i giardini in stile inglese e italiano, il giardino alpino e quello francese.
Nato come obiettivo turistico maggiore della contea di Prahova, il Giardino Botanico è stato creato per svolgere attività scientifica e incoraggiare la passione degli abitanti di Prahova per la cura delle piante e per il rispetto dell’ambiente. Il progetto di allestimento del Giardino Botanico è stato approvato nell’anno 2002, sebbene i lavori siano iniziati solo nel 2008, con la piantumazione degli alberi che delimitano il suo perimetro. Il giardino si estende su 15 ettari, e nel 2009 sono stati allestiti i primi cinque ettari, con il giardino francese, italiano e il settore alpino. Per quanto riguarda il giardino italiano, secondo le indicazioni ricevute dalla professoressa Emilia Iancu, direttore generale del Museo Provinciale di Scienze Naturali, l’allestimento è cominciato nell’anno 2011, su una superficie di 7.000 mq. “Il giardino include circa 100 esemplari di alberi, 450 arbusti e circa 200 graminacee decorative. Gli alberi e gli arbusti fanno parte delle specie gymnospermae (ndr – piante legnose – alberi e arbusti – con i semi non aperti nel frutto) e angiosparmae indigene ed esotiche (ndr – le angiosperme sono le piante più evolute e più diffuse del pianeta, di diversi tipi e hanno con una composizione completa che le aiuta ad accomodarsi in vari condizioni di vita; in generale hanno i semi racchiusi nel frutto). Tra le specie di conifere, si possono enumerare: Abies concolor, Abies procera “Glauca” (specie più sensibile alle nostre condizioni climatiche), Abies di nordmann, Picea pungens “Hopsii”, Picea strobus; alcune specie di cedro – Atlantica e Deodara – ornamentai per la forma e colore delle foglie, e assai sensibili al nostro clima temperato; varie specie di cipressi e Cupressocyparis, che completano il quadro delle gymnosperme esotiche. Le angiosperme arboricole sono rappresentate da esemplari di acero rosso e acero americano con foglie rosa (variante Flamingo), castagno rosso e amelanchier, specie di melo selvatico (Malus baccata “Street Parade” e Malus “Evereste” Perpetu), l’albero di Giuda (Cercis canadensis), ma anche catalpe, olmi, acacie e carpini monumentali. Le gymnospermae arbustiforme fanno parte delle specie di pino (Pinus mugo “Mops”, “Gnom” o ”Winter Gold”), tasso (Taxus baccata), l’albero della vita (Thuja occidentalis) o ginepri (Juniperus horizontalis, pfitzeriana e virginiana). Gli arbusti con foglie hanno rappresentanti delle specie di corniolo (Cornus alba), buxus (Buxus macrophilla), deutzia (Deutzia scabra), magnolie, coriaria rossa (Rhus typhina, Pyracantha coccinea), spirea (Spiraea nipponica, Viburnum opulus ”Rosea”), photinia, forsizia, elce ma anche serenella, ibisco, budlee. Le graminacee perenni delle specie Miscanthus sinensis “Zebrinus” e Pennisetum alopecurioides completano il quadro verde del giardino italiano”, ci ha spiegato il direttore del Museo Provinciale di Scienze Naturali di Prahova. Ha inoltre menzionato che le specie di alberi, arbusti e graminacee sono state comprate in Romania e dall’estero, precisando che: “Il giardino italiano ha avuto alla base il piano di allestimento paesaggistico realizzato da un architetto del paesaggio che ha creato il piano per l’intero giardino botanico. L’allestimento realizzato da quest’architetto è stato approvato dal Consiglio Provinciale di Prahova, dopo un concorso tra diversi progetti. Quest’ultimo è molto ampio e include l’allestimento di altri giardini e costruzioni in corso, in base ai fondi d’investimento annuali. Il Giardino Botanico può essere visitato dalla primavera all’autunno, quando le piante sono in pieno rigoglio”. Da aggiungere che il Giardino Botanico sarà realizzato in fasi successive su una superficie totale di 15 ettari, assegnati dal Consiglio Provinciale di Prahova al Museo Provinciale di Scienze Naturali con questo scopo, e grazie al finanziamento dall’amministrazione provinciale di Prahova. Il progetto è tuttavia molto più ampio, prevedendo anche la costruzione di un edificio per uffici e laboratori, un Planetario, un Acquario, un Vivaio – dove saranno realizzate mostre di rettili e uccelli, e un teatro all’aperto.

NO COMMENTS