Classico, pop, teatro e graffiti all’Ateneo Romeno per i bambini vulnerabili

0
573

Il 10 aprile, presso l’Ateneo Romeno della Capitale ha avuto luogo la quarta edizione dell’Hope Concert che la Fondazione Hope and Homes for Children organizza per i bambini vulnerabili. L’Hope Concert ha portato sullo stesso palcoscenico il violinista Alexandru Tomescu, il solista Dan Bittman, il pianista Andrei Licaret, le cantanti Paula Seling e Feli, l’attore Marius Manole e il Gruppo Violoncellissimo, guidato da Marin Cazacu. Così, per la quarta edizione dell’Hope Concert, la musica classica, i ritmi pop, il teatro e il graffiti hanno trasmesso un messaggio speciale: l’arte, in tutte le sue forme, viene a sostegno dei bambini vulnerabili, beneficiari dei programmi della Fondazione Hope and Homes for Children Romania.
All’evento ha partecipato anche il primo ministro Dacian Ciolos insieme ad altri 700 invitati.
“Mi congratulo con la Fondazione Hope and Homes for Children Romania, per il sostegno offerto alle famiglie povere e ai loro bambini e per gli sforzi compiuti affinché ogni bambino, orfano o abbandonato, possa godere di una famiglia, in un modo o nell’altro. Attraverso il Pacchetto Integrato per la Lotta Contro la Povertà, presentato recentemente e che contiene misure concrete di protezione dei bambini che vivono in condizioni di povertà estrema, il Governo incoraggia e sostiene le iniziative delle organizzazioni non governative, nostri partner nel costruire una società in cui tutti possano ricevere ciò di cui hanno bisogno”, ha dichiarato Dacian Ciolos.
In Romania, circa il 30% della popolazione vive in condizioni di povertà estrema, la povertà è la causa principale dello stato. Attraverso i suoi programmi, la Fondazione Hope and Homes for Children Romania offre sostegno a queste famiglie, per prevenire la separazione del bambino dalla famiglia e per riunire i bambini provenienti dalle strutture statali che chiudono, con la famiglia naturale o estesa.
Inoltre, l’organizzazione offre sostegno ai giovani che lasciano le istituzioni dello stato, attraverso consulenza, sostegno materiale o altri interventi che mirano allo sviluppo delle abilità necessarie per vivere in modo indipendente.
Tutte queste attività appoggiano le misure del Pacchetto Integrato per la Lotta Contro la Povertà e contribuiscono alla riforma del sistema di protezione del bambino in Romania.
Lo spettacolo dell’Ateneo è stato completato da una performance di street art, realizzata da Sweet Damage Crew, con alcuni dei più noti artisti di graffiti della Romania.

NO COMMENTS