Il regista italiano Adriano Valerio, alla prima “Banat” in Romania

0
1039

Alla prima di gala della pellicola “Banat”, che ha avuto luogo il 31 marzo presso il Cinema Elvira Popescu, sono stati presenti il regista italiano Adriano Valerio, l’attore Stefan Velniciuc, il produttore Ada Solomon, ma anche una parte della equipe del film. Dal 1 aprile il film sarà nelle sale di Bucarest (Cinema City AFI Cotroceni dell’AFI Palace Cotroceni, Grand Cinema & More di Baneasa Shopping Center, Cinema Elvira Popescu, Cinemateca Union, Cinema Museodel Contadino), Barlad (Cityplex Barlad), Brasov (Cinema One di Coresi Shopping Center), Cluj-Napoca (Cinema Victoria), Constana (Cityplex di Tomis Mall), Focsani (Gruppo Folcloristico “Tara Barsei”), Odobesti (Casa de Cultura), Slobozia (Casa de Cultura Galax), Targu Mures (Cinema Arta). Dall’8 aprile, “Banat” sarà proiettato anche a Baia Mare (Cinema Dacia), Bucarest (Cinema Corso, Cinema Europa, Cinema Scala), Botosani (Cinema Unirea), Craiova (Cinema Modern), Deva (Cinema Patria), Iasi (Cinema Victoria, Cinema Republica), Pitesti (Cinema “Sebastian Papaiani”), Timisoara (Cinema Timis).
La pellicola, proiettata in prima mondiale nell’autunno dell’anno scorso, al Festival Internazionale del Cinema di Venezia, nella competizione ufficiale della sezione Settimana Internazionale della Critica, ha vinto il Silver Award a Luxor African and European Film Festival, Egitto, il premio “Corso Salani” per il miglior lungometraggio al Trieste Film Festival ma anche il Premio per la migliore immagine al Tirana International Film Festival.
Il lungometraggio di debutto del regista Adriano Valerio è una coproduzione tra Italia, Bulgaria, Romania e Macedonia, e il co-produttore romeno è Ada Solomon, tramite la casa di produzione Parada Film.
“Banat (Calatoria)” ha come protagonisti Edoardo Gabbriellini, Elena Radonicich, Piera Degli Esposti e Stefan Velniciuc, che interpretano i ruoli chiave della storia del film, che si dipana tra Italia e Romania.
Il film racconta la storia di alcuni giovani che si trovano in piena crisi: un momento piuttosto difficile che impedisce a Ivo e Clara di sognare liberamente. Sono due stranieri che condividono gli alti e bassi dei 30 anni e la delusione rispetto a tutto quello che li circonda. Clara è uscita da una relazione di lunga durata ed è sul punto di perdere il suo posto di lavoro. Ivo è disoccupato e le frustrazioni lo spingeranno a prendere una decisione radicale.
“Banat” racconta la storia di una migrazione nel senso opposto a quella comune: non dalla Romania in Italia, ma dall’Italia in Romania, alla ricerca di un posto di lavoro e della felicità.
Adriano Valerio è uno dei più talentati giovani registi italiani. Il suo cortometraggio “37°4 S” ha vinto nell’anno 2013 una Menzione Speciale al Festival Internazionale del Film di Cannes ed è stato notato in oltre 60 festival internazionali.

NO COMMENTS