Traian Basescu non può cambiare il nome del partito

0
1001

La Corte d’Appello di Bucarest ha rifiutato la richiesta dell’ex presidente, Traian Basescu, di registrare la formazione Movimento Popolare nel registro dei partiti politici.

Inizialmente, il Tribunale di Bucarest aveva accettato, nel dicembre 2015, la richiesta presentata da Traian Basescu riguardo il riconoscimento della personalità giuridica e la registrazione della formazione “Movimento Popolare” nel registro dei partiti politici, ma la Corte d’Appello di Bucarest venerdì ha ammesso l’appello della Procura del Tribunale Bucuresti, rifiutando la registrazione del partito.

Va menzionato che i due giudici del collegio della Corte d’Appello hanno avuto opinioni contrastanti riguardo la richiesta presentata da Traian Basescu, quindi è stato un terzo magistrato, portato nel collegio, a determinare la decisione finale, rifiutare la richiesta di registrazione.

La decisione è definitiva.

Il 24 ottobre 2015 ha avuto luogo il Congresso di registrazione della formazione politica “Movimento Popolare”, i cui 5.000 delegati hanno scelto di eleggere Traian Basescu presidente del partito.

Nella direzione della formazione sono stati eletti anche Eugen Tomac, presidente esecutivo, Cristian Diaconescu e Siegfried Muresan, vicepresidenti, Dorel Constantin Onaca, segretario generale.

Traian Basescu si è iscritto nel Partito “Movimento Popolare” il 9 ottobre 2015, ed è stato sempre lui a proporre il cambiamento del nome del partito in “Movimento Popolare”.

L’ex presidente Traian Basescu considera “senza precedente” la contestazione dei magistrati contro la registrazione di un partito e chiede ai membri PMP di rifare le liste delle firme per i candidati.

“Sarà la conseguenza del fatto che la «Setta della Sicurezza Nazionale» ha stabilito la presenza di solo due partiti grandi controllabili in Romania? Vi siete sbagliati, ragazzi, candideremmo alle locali con il nome PMP e con il simbolo della mela. E, PMP, rifate la lista delle firme per i candidati”, ha scritto il leader PMP sulla sua pagina di Facebook.

Anche il deputato Elena Udrea, ex presidente della formazione politica, ritiene che la decisione della Corte d’Appello di Bucarest di rifiutare la richiesta di registrazione della formazione “Movimento Popolare” nel registro dei partiti politici sia determinata dalla “paura di Traian Basescu”.

“Il primo partito della Romania per cui la Procura!!! contesta una decisione del Tribunale di registrazione !!!???, e solo la Procura, nessun altro!!! Movimento Popolare!!! E il tribunale CAB, dopo un iniziale sì di un giudice, e uno no, ha deciso a favore della Procura!!! Avete così paura di Traian Basescu???

Incredibile!!!”, ha scritto venerdì Elena Udrea sulla sua pagina di Facebook.

NO COMMENTS