È entrata in vigore la legge antifumo

0
593

Il governo ha pubblicato sul suo sito una guida informativa riguardo alla Legge antifumo, in cui sono presentati i posti in cui si può fumare, gli obblighi degli amministratori di spazi pubblici chiusi, ma anche le sanzioni che si possono applicare in caso di violazione della legge.

Secondo il documento, è vietato fumare in tutti gli spazi pubblici chiusi, negli spazi chiusi sul posto di lavoro, sui mezzi di trasporto, nelle aree giochi per bambini. Inoltre, è vietato completamente fumare nelle unità sanitarie, d’insegnamento, e in quelle destinate alla protezione e assistenza del bambino, di stato e private.

Le strutture degli Ispettorati per Situazioni di Emergenza, della Polizia Romena, della Gendarmeria Romena e della Polizia di Frontiera devono applicare le disposizioni della legge antifumo, informa un comunicato trasmesso da IGSU.

Secondo la fonte citata, le notifiche riguardo i fatti previsti dalla Legge n. 15/2016, che modifica e completa la Legge n. 349/2002 relativa alla prevenzione e alla lotta contro gli effetti dei prodotti di tabacco svolta dalla Polizia Locale o dalle strutture autorizzate del Ministero degli Affari Interni.

L’IGSU raccomanda ai cittadini di non fare eventuali notifiche riguardo alla violazione di questa legge al numero 112, trattandosi di la linea destinata esclusivamente alle urgenze e alle situazioni che mettono in pericolo la vita e minacciano l’integrità corporale o i beni delle persone.

Per la violazione di quanto disposto dalla legge sono previste sanzioni tra 100 e15.000 ron. Quando la legge è infranta per la prima volta, è prevista una multa e la sospensione dell’attività della rispettiva unità, e alla seconda volta – la multa e la chiusura dell’unità.

NO COMMENTS