Il Progetto di management di Laura Codruta Kovesi, capo della DNA

0
1026
In a picture taken on Wednesday, April 8, 2015 Laura Codruta Kovesi the chief prosecutor of Romania's anti-corruption authority, the DNA, speaks during an interview with the Associated Press in Bucharest, Romania. Under communism, the justice system was a man’s domain; in the 1990s, with the advent of democracy and capitalism in Romania, men left poorly paying state prosecutor and magistrate jobs and the result is that 60 percent of Romania’s prosecutors and judges today are women.(AP Photo/Vadim Ghirda)

Il Progetto di management di Laura Codruta Kovesi, capo della DNA.

Tra le priorità: la corruzione ad alto livello, il recupero dei pregiudizi e la confisca estesa.

 

 

Le indagini nei casi di corruzione ad alto livello, il recupero dei pregiudizi e la confisca estesa si annoverano tra le priorità del progetto di management di Laura Codruta Kovesi per un nuovo mandato alla guida della Direzione Nazionale Anticoruzione (DNA), discusso in dibattito pubblico dal Consiglio Superiore della Magistratura (CSM).

“Continuare le indagini importanti per la società, le cause di corruzione ad alto livello, indagare certi casi complessi e un alto grado di diversificazione della casistica penale devono essere priorità nell’attività futura della DNA, e il procuratore capo ha un ruolo essenziale in questo processo, perché stabilisce e applica gli standard di efficienza dell’attività”, si legge nel progetto di management.

Un altro obiettivo importante per Kovesi sarà la crescita della qualità nell’attività dell’indagine penale e un sostegno attivo e professionale alle cause in tribunali.

“Il recupero dei pregiudizi e la confisca estesa restano ancora una priorità e l’esperienza del Dipartimento d’indagine finanziaria sarà allargata anche nelle strutture territoriali, per crescere il grado di recupero dei prodotti delle infrazioni o dei pregiudizi”, si legge nel documento citato.

Il CSM finalizzerà il 25 marzo le procedure di attuazione della proposta del ministro della Giustizia per rinominare Laura Codruta Kovesi procuratore-capo della DNA, secondo il calendario approvato mercoledì dalla Sezione per i procuratori.

Secondo il calendario, il progetto di management sarà dibattuto pubblicamente e saranno effettuate le verifiche sulla candidatura. Il 24 marzo è programmata l’analisi dei risultati dell’approccio anteriore e l’interrogazione del candidato, e il 25 marzo 2016 la trasmissione dell’avviso verso il Ministero della Giustizia.

Il ministro della Giustizia, Raluca Pruna, ha trasmesso al CSM, il 29 febbraio, la proposta di rinomina di Laura Codruta Kovesi nella carica di procuratore capo di DNA.

 

NO COMMENTS